Ingresso CDI Scopo del Centro Diurno Integrato (CDI), funzione intermedia fra l’assistenza domiciliare e la struttura di ricovero, è ritardare il più possibile il ricovero di anziani parzialmente non autosufficienti in strutture residenziali, sostenendo le famiglie nella gestione dell’attività di cura, mantenendo il legame fra la persona e il territorio, assicurando inoltre una valida opportunità di animazione e di mantenimento dei rapporti sociali.

Il Centro può ospitare fino a 15 ospiti: persone di norma di età superiore ai 65 anni con compromissione dell’autosufficienza, affetti da patologie cronico-degenerative ma senza gravi disturbi comportamentali; o anche sole, con un discreto livello di autonomia ma a rischio di emarginazione, o inserite in un contesto familiare in cui l’assistenza domiciliare risulti non adeguata.

Il Centro Diurno Integrato è stato ufficialmente aperto dalla Fondazione Marchesi il 2 maggio 2011 ed è stato accreditato da Regione Lombardia nel novembre 2011. Il centro è quindi vincolato a requisiti specifici e sottoposto periodicamente a verifiche di appropriatezza da parte degli organi di vigilanza.

Si accede al Centro dall’ingresso di Via Balconi n. 18.

Le attività del Centro ruotano intorno all’ampio salone soggiorno-pranzo, a cui si aggiungono aree destinate al riposo e all’animazione, situate al piano terreno della struttura. Il Centro dispone inoltre di un bagno assistito, un ambulatorio, locali di servizio, e una ampia e luminosa palestra per le attività fisioterapiche, utilizzata anche dalla RSA.

Il centro è aperto dalle 8.00 alle 17.30, dal lunedì al venerdì (festivi esclusi).

L’attività sanitaria

Bagno assistito CDI Il medico è presente in struttura, come previsto dalle normative di accreditamento, ed effettua le prime visite, le verifiche periodiche, il monitoraggio delle terapie. E’ inoltre a disposizione per i colloqui con i familiari. In equipe con tutte le funzioni operanti nella struttura provvede alla compilazione e alla verifica dei Piani di Assistenza Individuali e alla compilazione delle cartelle personali degli ospiti.

L’infermiera professionale assicura la corretta gestione dell’assunzione delle terapie e dell’alimentazione, monitorando il benessere degli ospiti.

L’equipe di fisioterapia garantisce il corretto svolgimento delle attività motorie di gruppo e dei percorsi riabilitativi personalizzati.

L’assistenza

L’assistenza alla persona è garantita da tre ASA (Ausiliarie Socio Assistenziale): due operatrici si alternano su turnazioni mattutine e pomeridiane, una terza fornisce il supporto necessario per lo svolgimento dei bagni assistiti e le mansioni più impegnative nella cura della persona.

L’animazione

Palestra CDI L’animatrice professionale, laureata dipendente dalla Fondazione, coordina il servizio e organizza tutte le attività ricreative, che prevedono momenti di attività individuali quali lettura, lavoro a maglia, laboratori di bellezza, e momenti collettivi di giochi di società, visione di filmati, esperimenti teatrali, uscite sul territorio.
L’animatrice coordina inoltre i volontari dell’associazione AMICA, che sono presenti almeno un pomeriggio a settimana. L’associazione offre inoltre, secondo disponibilità e a fronte di un’offerta, un servizio di parrucchiere.

L’attività di culto

Gli ospiti che lo desiderano possono partecipare alla Santa Messa che viene celebrata nella cappella della RSA tutti i giovedì mattina, a cui vengono accompagnati dai volontari dell’associazione AMICA.

Il servizio di trasporto

Il trasporto per il centro deve essere effettuato a cura degli ospiti. Il servizio a pagamento può essere richiesto direttamente alla “Misericordia” di Inzago.